Poliziotto preso a botte sul treno Milano – Lecco

POLIZIOTTO PRESO A BOTTE SUL TRENO LECCO MILANO 

Auguriamo una pronta guarigione al Sovrintendente della Polizia di Stato Mauro Guilizzoni, intervenuto nonostante fosse fuori servizio, per aiutare un capotreno che voleva far pagare il biglietto a quei passeggeri che pretendevano di viaggiare gratis.

Mauro Guilizzoni, che presta servizio presso la Sezione Volanti della Questura di Lecco, veniva massacrato di botte da 10 stranieri nigeriani, tutti richiedenti asilo.

Due venivano successivamente arrestati ed erano ospiti nei centri di accoglienza di Lodi e Monza.

Il collega ha riferito:  mentre alcuni tenevano fermo immobilizzato il capotreno, gli altri mi hanno circondato e picchiato con calci, manate, pugni. Hanno continuato a colpirmi anche quando sono crollato a terra svenuto. Prima che mi assalissero mentre cercavo di identificarli mi hanno quasi sfidato, sostenendo che tanto né io né altri avremmo potuto fare niente perché sono richiedenti asilo politico».

 

 

Scrivi il primo commento

Scrivi un commento